;Doris Faraone

Dove la Creatività e la Fantasia si incontrano!

Animali da cortile
Doris e i 'Nimaletti PDF Stampa E-mail
Fattoria - Animali da cortile

La mia passione per gli animali è immensa ed infinita fin da piccola sono cresciuta circondata da animaletti da cortile/domestici.

Vedevo sempre mio nonno Attilio che aveva un gran da fare con animali, uova e pulcini di ogni specie, pulcini di gallina, tacchini, papere, quaglie, pavoni, fagiani, merli ecc. insomma per me era sempre emozionante seguire tutti i procedimenti e vedere la vita crescere all’interno delle uova fino a quando non si schiudevano.

L’essere cresciuta in un ambiente ricco di animali e di ogni genere non poteva che farmi diventare la ;Doris che sono… Diciamo che la mia è una malattia che con il passare degli anni peggiora, ho iniziato salvando una gallina da un secchione buttata via perché era stata morsa e aveva la pelle a penzoloni, la povera Cocca, poi da li ho incominciato e non mi sono più fermata.

 

 
Cocca PDF Stampa E-mail
Fattoria - Animali da cortile

Mio marito, mentre andava a buttare la spazzatura, mi chiamò perché aveva visto una gallina e non riusciva a prenderla… Scesa ad aiutarlo, quando la presi in mano mi accorsi che era messa maluccio, aveva gli organi interni completamente esposti e la pelle a penzoloni, sicuramente era stata morsa da qualche animale…

La portai a casa e la medicai come meglio mi riuscì, riposizionando la pelle e bloccando poi l’ala con dello scotch da pacchi. Sinceramente pensai che da li ad un paio di giorni sarebbe morta… invece…

Dopo un paio di settimane, Cocca stava sempre meglio, faceva compagnia a mio marito in ufficio, adorava dormire la sera sul FAX che sentiva caldo e quindi piacevole. Un giorno mentre salivo le scale, la guardai e le dissi “Cocca dai vieni su casa” e lei come se avesse capito, mi venne subito dietro.

Imparata a salire a casa, passava dopo i pasti a raccogliere tutte le briciole lasciate a terra, una vera fortuna!

Dopo qualche mese, togliemmo lo scotch e con grande stupore scoprimmo che la pelle si era completamente rimarginata e cominciavano a spuntare le nuove penne.

Mio marito un giorno, mentre metteva a posto delle cose, trovò una piramide enorme di uova! Per nostra meraviglia, Cocca ci faceva un uovo al giorno, solo che non lo sapevamo e quindi dopo un paio di mesi le abbiamo trovate tutte assieme, belle e ordinate, non finiva mai di sorprenderci!

A quel punto decidemmo di darle un po’ di compagnia e grazie ad un nostro amico, iniziammo a frequentare, la prima domenica del mese, la fiera degli animali ad Osteria Nuova. Pian piano la fattoria iniziò a crescere.

Cocca sfortunatamente dopo 3 anni è stata mangiata dalla volpe, che ancora oggi di tanto in tanto viene a fare provviste da noi :(

 

 
L'orto PDF Stampa E-mail
Fattoria - Animali da cortile

Quando vediamo le verdure o la frutta nei mercati o supermercati a volte non sappiamo come siano arrivati li, o quello che gli agricoltori hanno fatto per far crescere verdure e frutti. Cercherò  di farvi conoscere i procedimenti e le stagioni delle varie specie. Almeno di quello che coltivo io nel mio orticello ;D

 
Myzar PDF Stampa E-mail
Fattoria - Animali da cortile

Dopo molti anni di studio della falconeria, ci decidemmo a prendere un rapace, eravamo orientati ad un barbagianni… poi però alcuni amici ci segnalarono che un signore di Roma si vendeva un maschio di Poiana del Texas (specie anche conosciuta con il nome di Falco di Harris) l’aveva acquistato e non poteva tenerlo, rimasto in una voliera, si stava rovinando tutte le penne! Fu così che decidemmo di salvarlo. Dopo un paio di giorni di tira e molla lo andammo a prendere e da li inizio l’avventura con Myzar, così decidemmo di chiamarlo. I primi giorni restò a digiuno era impaurito e malconcio… dopo il terzo giorno è resuscitato… hehehe la fame gli fece perdere gli indugi e volò per la prima volta sul guanto per mangiare.

Ero contenta anche se era molto difficile e richiedeva molto tempo.

Un bel giorno mio marito mi chiese se poteva tenerlo un po’ sul guanto… non l’avessi mai fatto, Massimo iniziò a viziare il falco, dandogli tutte vinte, pappa a sazietà e addirittura una volta ho visto che si davano i bacetti!

Decisa a riprendere possesso del falco, constatati che oramai non c’era più niente da fare, voleva solo stare con mio marito! Se mi avvicinavo strillava e si dibatteva, invece quando vedeva Massimo, moine e coccole! Più mi arrabbiavo e più lo viziava!

Dopo il primo anno, Myzar mutò il piumaggio e diventò bellissimo, volava e tornava fino al giorno che Massimo oramai illuso di avere un cagnolino lo fece volare bello satollo, dovete sapere che infatti i rapaci vanno fatti volare ad un peso specifico di volo, cioè devono essere affamati ed avendo associato il guanto al cibo ritornano sempre, se sono sazi invece a volte decidono che forse è meglio andare a farsi una bella passeggiata!

Così un bel giorno, dicevo, Myzar volò via e non è più ritornato :(

 

 


Wrapper

You are here  : Home Fattoria Animali da cortile